/ Dentalblog

Urgenze dentistiche: come riconoscerle

Pochi amano andare dal dentista, ma quando si soffre di mal di denti non si vede l'ora che qualcuno ce lo faccia passare 😫 e se il dentista è chiuso? 😱 In questa guida informazioni e consigli per riconoscere e affrontare le urgenze dentistiche 💪🏻

Ho una buona notizia e una cattiva...

👍🏻 La buona notizia è che nessuna urgenza odontoiatrica comporta un grave rischio per la salute generale: l'unica eccezione è l'ascesso di cui parleremo tra poco, se non viene curato entro 2-3 giorni.

👎🏻 La brutta notizia è che ci sono pochi dolori intensi e insopportabili come il mal di denti o in generale i dolori che derivano da malattie odontoiatriche: è quindi utile conoscere le principali cause di questo dolore, per sapere come affrontarle al meglio, qualora non ci sia la possibilità di recarsi immediatamente dal dentista.

In questo articolo del nostro blog vogliamo condividere alcune informazioni utili che possono aiutare i pazienti a riconoscere le cause delle urgenze dentistiche: in nessun caso questo articolo desidera sostituirsi all'indispensabile consulto con un medico in carne e ossa, le diagnosi "fai da te" su internet possono essere fonte di problemi, anche gravi.


Gestione straordinaria delle urgenze durante l'emergenza sanitaria del Coronavirus

L'Ordine dei Medici e le associazioni di categoria, nel rispetto delle ordinanze governative, hanno dato indicazioni di ricevere in studio solo le urgenze gravie e indifferibili: questa guida può aiutare i pazienti a capire quali sono le situazioni in cui è indispensabile recarsi dal dentista e quelle in cui è sufficiente un contatto telefonico. Ci sono in particolare queste avvertenze fondamentali da rispettare tassativamente:

  • evitare di spostarsi e di mettersi a rischio qualora sia possibile risolvere telefonicamente l'urgenza: in ogni caso è obbligatorio per disposizione di legge telefonare prima di recarsi in qualunque studio medico, affinché il medico possa valutare se il paziente può spostarsi garantendo la propria sicurezza e quella degli operatori sanitari oppure fornire indicazioni su come comportarsi senza spostarsi; NON presentarsi direttamente, perché si rischia di essere rimandati a casa e di non avere una giustificazione valida in caso di controllo delle forze dell'ordine nei posti di blocco
  • non assumere farmaci di propria spontanea iniziativa senza avere contattato telefonicamente un medico: questa è un'indicazione valida sempre e comunque
  • non trascurare dolori e gonfiori, perché possono originare situazioni che compromettono la salute generale, soprattutto in caso di ascessi: contattare al prima possibile il proprio medico curante e, se non disponibile, un altro medico nel più breve tempo possibile per essere rassicurati e ricevere le indicazioni necessarie a curarsi in sicurezza, se possibile senza spostamenti o, in casi di urgenza grave indifferibile, essere ricevuti in appuntamento presso lo studio

Servizio di urgenze durante l'emergenza sanitaria del Coronavirus

I medici e il personale della Clinica dentale Cappellin s.r.l. Società Benefit si mettono a turno a disposizione per assistere eventuali interventi odontoiatrici urgenti, in questa situazione straordinaria anche per pazienti di colleghi che non risultassero rintracciabili.

👉🏻 Come da invito dell'Ordine dei Medici e delle associazioni di categoria, E' INDISPENSABILE UN CONTATTO TELEFONICO ☎️ 0121099100 ☎️ per valutare l'urgenza e per capire se è possibile gestirla anche solo telefonicamente o se è necessario essere ricevuti in visita. Fuori dall'orario di visita e di segreteria siamo disponibili su Messenger o all'email info@clinicacappellin.it per rispondere a eventuali domande, nel più breve tempo possibile.

Il contatto telefonico, per email o su Messenger durante tutta la durata dell'emergenza sanitaria Coronavirus sarà gratuito anche per coloro che NON sono già pazienti della nostra struttura: in questo modo cerchiamo di dare il nostro contributo per la gestione di urgenze odontoiatriche ed evitare di intasare i pronto soccorso e le linee telefoniche delle guardie mediche, già sovraccariche di lavoro.

In caso di necessità di un appuntamento in studio, verranno comunicate le modalità di accesso, solo dopo contatto telefonico obbligatorio: il costo del servizio dipenderà dalle prestazioni di urgenza effettuate. Verranno ricevute solo urgenze gravi e indifferibili: i pazienti che si presenteranno senza previo contatto telefonico NON potranno essere ricevuti.


Le cause del mal di denti

Le cause più frequenti di dolori in campo odontoiatrico sono:

  • le infiammazioni gengivali possono iniziare come una sensazione di dolore, collegata spesso a sanguinamento durante lo spazzolamento o anche spontaneo, dolore che si perpepisce anche toccando o premendo la gengiva; di solito non sono dolori intensi, ma possono rivelare l'inizio di una patologia molto insidiosa, chiamata malattia parodontale, che se trascurata può portare anche alla perdita di denti sani perché il loro supporto osseo e gengivale si ritira progressivamente; ✅ questa situazione NON è urgente, anche se è importante programmare una visita per fare la diagnosi del grado di severità e impostare le terapie necessarie

https://www.clinicacappellin.it/blog/piorrea-o-parodontite-consigli-utili-per-curarla/

  • la carie solitamente nelle sue fasi iniziali non causa mai forti dolori, al contrario inizia come una sensibilità dei denti al caldo e/o al freddo (soprattutto quando si passa da un cibo caldo a una bevanda fredda o viceversa) e/o ai cibi dolci e zuccherati; ✅ questa NON è un'urgenza dentistica che richieda di essere visitati in tempi brevissimi, è tuttavia importante prenotare una visita di controllo (soprattutto se è passato più di un anno dall'ultimo controllo) per verificare la situazione: spesso infatti se c'è una carie sintomatica (cioè che "si fa sentire") è possibile che ce ne siano anche altre asintomatiche (in fase iniziale, che non si percepiscono), occorre dunque intervenire per curarle tempestivamente con otturazioni o meglio ancora con intarsi

https://www.clinicacappellin.it/blog/otturazione-intarsio-dentale/

Le diverse fasi di aggravamento / approfondimento di una carie (da superficiale a penetrante)
  • le carie penetranti e/o fratture di una parte di dente che si rompe masticando o senza alcuna causa apparente (ovvero NON per un trauma tipo caduta, gomitata...) sono spesso causate da una carie che è stata trascurata per troppo tempo; quando il danno arriva in profondità e si espone la parte interna del dente, chiamata polpa dentale, viene raggiunto dai batteri il nervo e inizia una sintomatologia dolorosa molto tipica, come se ci fosse qualcosa simile a un "cuore che batte dentro il dente". In termini tecnici si parla di dolore pulsante e la patologia che si sta sviluppando si chiama pulpite: in rari casi, se si interviene prontamente, la pulpite può essere reversibile, ma spesso la patologia diventa sempre più grave, con un dolore crescente e insopportabile che cessa dopo qualche giorno. Purtroppo questo NON è un miglioramento, ma il segno che il dente è morto (in termini tecnici è andato in necrosi) e si sta sviluppando una infezione attorno al dente stesso, che se trascurata può degenerare in un ascesso, situazione potenzialmente pericolosa anche per la salute generale se non viene risolta subito, mediante una terapia antibiotica (che deve essere consigliata dal medico, bisogna evitare di assumere antibiotici senza consultare un operatore sanitario). ⚠️ In questo caso siamo di fronte a una vera urgenza dentistica, che richiede una visita immediata per intervenire e rimuovere la causa del dolore: il dente dovrà essere trattato endodonticamente ("devitalizzato" in parole povere) per eliminare la polpa del dente infetta e scongiurare infezioni e ascessi; in alcuni casi risulta sufficiente anche un consulto telefonico con il proprio dentista che potrà consigliare una terapia antibiotica, spesso necessaria per debellare l'infezione in corso prima di intervenire; il consiglio è quindi in questo casi di contattare immediatamente un medico e seguirne le indicazioni, solo la sua professionalità in questo caso potrà decidere se è sufficiente un contatto telefonico o se occorre una visita di persona. In questa fase, prima si interviene, maggiori sono le probabilità di successo del trattamento: se invece si attende che si manifestino infezioni e ascessi, le percentuali si abbassano e potrebbe non essere possibile salvare il dente, rendendo necessaria l'estrazione, oppure esponendo al rischio che l'infezione in seguito al trattamento endodontico guarisca solo temporaneamente e si ripresenti in futuro, diventando un granuloma, un'infezione cronica dell'osso attorno alla radice del dente, solitamente asintomatico, finché non si riattiva, diventando un'infezione acuta, ovvero ritornando in forma di ascesso

https://www.clinicacappellin.it/blog/devitalizzare-un-dente/

  • i denti del giudizio spesso sono fonte di intensi dolori che si irradiano dal fondo della bocca verso tutta la mandibola e, nei casi più gravi, anche alla guancia e all'occhio; ✅ nonostante la sintomatologia dolorosa che può fare allarmare (anche magari in concomitanza con gonfiore), NON siamo in presenza di un'urgenza che richieda di essere ricevuti di persona in giornata, spesso è sufficiente un contatto telefonico con il medico per intraprendere una cura antibiotica e/o antinfiammatoria adeguata, che nella maggior parte dei casi risolve i sintomi (in particolare attenua prima ed elimina entro 12-24 ore) il dolore. Ribadiamo ancora una volta la necessità di prendere contatto con un medico e NON assumere farmaci di propria spontanea iniziativa

https://www.clinicacappellin.it/blog/dente-del-giudizio/

  • le fratture dei denti possono essere spontanee (solitamente causate da una carie trascurata, di cui abbiamo già parlato) oppure in seguito a trauma (per esempio cadute, gomitate, scontri accidentali... molto spesso capitano sui denti frontali e ai bambini): ⚠️ in questo caso siamo sempre di fronte a un'urgenza, perché quanto più precoce è l'intervento, tanto meno saranno i danni che si possono originare dal trauma. In caso non ci si possa recare immediatamente dal dentista, è almeno importante un contatto telefonico per sapere cosa fare di caso in caso

Ponti, corone e protesi staccate e/o rotte

Sono casi piuttosto rari, ma possono capitare e vanno gestiti secondo queste semplici condizioni:

  • se la zona in cui si è staccata la protesi (corona o ponte) non è estetica e/o non c'è dolore di nessun tipo (nessuna sensibilità ai denti sottostanti, nè zone che pungono o tagliano lingua o guance) ✅ NON c'è bisogno di recarsi immediatamente dal dentista, si può fissare un appuntamento per valutare le soluzioni al caso specifico (solitamente ricementare la protesi staccata, che va lavata e asciugata, conservandola in un fazzoletto di carta a sua volta chiuso con nastro adesivo, avendo cura di non perderla; in alcuni casi, se i monconi sottostanti si sono rovinati e sono la causa del distacco della protesi, il dentista saprà proporre al paziente le alternative di riparazione o sostituzione)
  • se la zona in cui si è staccata la protesi è una zona estetica che si vede parlando e sorridento, ✅ NON si tratta di una vera urgenza sanitaria (l'estetica è importante, ma non causa problemi di salute), ma per il paziente potrebbe essere importante ripristinare al più presto la zona estetica per ritornare alla sua normale vita lavorativa e sociale: se non ci sono condizioni che impediscono di recarsi dal dentista (come per esempio le restrizioni imposte per la pandemia di Coronavirus), si può fissare un appuntamento; in caso contrario occorrerà attendere, perché NON è giustificabile come urgenza indifferibile
  • se i monconi residui sono molto sensibili e/o pungono o tagliano lingua è mucose, ⚠️ si tratta di un'urgenza che deve essere risolta con un appuntamento dal dentista, per evitare danni alla salute orale

Urgenze ortodontiche

Chi è portatore di un apparecchio fisso (placchette e filo metallico) potrebbe incorrere in queste due condizioni:

  • il distacco di una o più placchette ✅ NON costituisce un'urgenza, se non ci sono zone che pungono o graffiano la guancia; conservare le placchette e recarsi dal dentista quando possibile, al massimo prendere contatto telefonicamente in caso di dubbi per ricevere le corrette istruzioni su come comportarsi
  • se ci sono fili esposti che pungono o tagliano ⚠️ siamo in presenza di una urgenza dentistica: anzitutto prendere contatto con il dentista, che potrebbe già risolvere telefonicamente indicando un modo sicuro per tagliare il filo in attesa di potersi recare in studio oppure fissare un appuntamento quanto prima possibile per risolvere in studio il problema

Contatti per la gestione delle urgenze

La Clinica dentale Cappellin mette a disposizione dei suoi pazienti le seguenti modalità di gestione delle urgenze:

  • tutti i pazienti in regola con il richiamo annuale / semestrale di igiene vengono ricevuti in giornata per qualsiasi urgenza, senza costi aggiuntivi (il servizio è compreso nel pacchetto di mantenimento annuale, che prevede appunto una o più sedute di igiene, un controllo diagnostico approfondito con radiografie ed esame a transilluminazione per prevenzione carie, oltre appunto alla gestione in giornata delle urgenze): in orario di segreteria si può fissare un appuntamento allo 0121.099100, preghiamo di NON presentarsi senza contatto telefonico, per evitare di dover attendere anche diverse ore se ci fossero già altri appuntamenti fissati
  • fuori dell'orario di apertura dello studio, i pazienti della clinica possono inviare una email a info@clinicacappellin.it che viene letta più volte al giorno oppure per avere risposte ancora più rapide è possibile usare Messenger

Comunicazione sanitaria informativa ai sensi della legge 145/2018 (comma 525) curata dalla Clinica dentale Cappellin srl Società Benefit (aut. san. 60bis, direttore sanitario dr. Mario R. Cappellin, odontoiatra, Albo TO 2272)

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo con i tuoi amici!

Urgenze dentistiche: come riconoscerle
Condividi